AGONIA

Ho perso l’allegria
nello scontro dei baci mancati,
sotto le coperte delle carezze vuote
e lungo sospiri gelidi di vento.
I miei passi parevano sogni premuti
fra distanze impercorribili
ed il mio sguardo era muto
come la terra umida di pioggia.
Il verde si apprestava fra i ganci di ciglia
e le mie labbra gustavano
la rugiada e i fiori dal carattere dirompente
ricoprendo i miei arti d’una tale tristezza
che nel cuore assopiva,  incerta,
la lenta agonia.
Agonia, 13 gennaio 2018