NICHILISMO

Digiuni,
dalle bocche insipide 
spinte oltre l’analfabetismo morale,
ideatori di morti incessanti
creatori di realtà fittizie 
dipinte sullo sguardo inquieto di un bambino.
A qualcuno piace così 
Vivere sul filo delle apparenze
inghiottendo nulla più che vanità. 
Peccati vaganti,
collusi ed ingialliti dal vecchio torpore 
della normalità. 
Abiti funesti adornano il cielo 
di fantasie devianti 
che ancora tentano di oscurare 
il passo vuoto della verità. 
Nichilismo, 10 giugno 2017